Sunday is Gunday

Sunday is Gunday

Ogni domenica, in Arizona, i fan delle armi da fuoco si recano al poligono di tiro. Anche i turisti possono sparare

  Il busto leggermente piegato in avanti. braccia tese. La semiautomatica diretta sul bersaglio, con il pollice e l’indice tirare l’otturatore e far scorrere verso la parte anteriore. Il primo dei 17 proiettili del caricatore adesso è nella canna. Continua a leggere

Trump e la National Rifle Association (NRA)

Trump e la National Rifle Association (NRA)

L’armamento della cultura della guerra è appena cominciato

 Un raggiante Donald Trump ha parlato a una folla di centinaia di membri della NRA, l’associazione americana delle armi, al loro incontro annuale di aprile ad Atlanta. “Voi siete amici, credetemi,” ha detto, mentre la folla era in delirio per la presenza del primo presidente alla convention nazionale della NRA da più di un trentennio. Continua a leggere

Genova Non Prende Il Pesto

Genova Non Prende Il Pesto

L’aeroporto Cristoforo Colombo consentirà di trasportare liquidi fino a 500ml, ma solo se si tratta di pesto

  Sembra che gli ufficiali dell’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova prendano con una certa tranquillità il divieto applicato a livello internazionale circa il trasporto di liquidi non superiori a 100ml, avendo infatti elevato tale limite a 500ml, ma solamente se il liquido in questione è il famoso pesto alla genovese. Continua a leggere

Papa Francesco suggerisce apertura verso i preti sposati

Papa Francesco suggerisce apertura verso i preti sposati

Papà Francesco ha suggerito di studiare se la Chiesa cattolica dovrebbe accettare uomini sposati come preti per aiutare la mancanza di clero nelle aree remote del mondo.

Nell’intervista con il quotidiano tedesco Die Zeit, pubblicata giovedì, Francesco ha detto che la Chiesa manterrà i suoi standard di celibato per la maggior parte dei preti intorno al mondo, ma potrebbe studiare l’idea di permettere a dei “probi viri”, uomini di provata fede, l’ordinazione.

Continua a leggere

SANITÀ CAOS, di Maria Marzana

SANITÀ CAOS, di Maria Marzana

Fin quando non si dà il via alla nuova rete ospedaliera in Sicilia è vietato essere colpiti da patologie cardio-respiratorie. Se dovesse succedere infatti si verrebbe ricoverati negli ospedali della Calabria o della Campania in quanto nell’isola non c’è un numero sufficiente di posti letto e di anestesisti rianimatori (come riporta La Sicilia di oggi).

E pensare che ad Avola e Lentini ci sono due reparti nuovi di zecca e chiusi in attesa che vengano sbloccati i concorsi per medici ed infermieri. Presenterò a tal riguardo un’interrogazione al ministro della salute Lorenzin per impedire che la burocrazia uccida più della malattia.


16403313_1310630455661907_2730768149415110768_o.jpg


12508993_1019008314811851_1448149528590335238_n-2


LA LOTTA ALL’EVASIONE È NOSTRA PRIORITÀ, di Linda Meleo

LA LOTTA ALL’EVASIONE È NOSTRA PRIORITÀ, di Linda Meleo

ATAC LANCIA CALL INTERNA PER REPERIRE 250 NUOVI CONTROLLORI. LA LOTTA ALL’EVASIONE È NOSTRA PRIORITÀ

I cittadini ci chiedono più controlli su metro e bus. La lotta all’evasione sul trasporto pubblico è per quest’amministrazione una priorità. Per questo abbiamo chiesto ad Atac di avviare un interpello, una call interna, per aumentare il numero dei controllori.

Vogliamo più personale sugli autobus, ai capolinea e nelle metropolitane. Il nostro obiettivo è di attuare un piano straordinario di lotta all’evasione che possa portare non solo ad un incremento massiccio dei controllori ma soprattutto al recupero di milioni e milioni di euro. Risorse che potranno poi essere reinvestite per rilanciare la stessa Atac e migliorare così la mobilità della Capitale.

Inoltre è di fondamentale importanza il messaggio culturale che vogliamo lanciare: il servizio di trasporto pubblico appartiene ai cittadini e chi non paga il biglietto magari risparmia 1,50 euro ma fa un grande dispetto alla comunità. A tutti noi.


16195459_1777527245903257_8780121467957914669_n


(dalla pagina Facebook di Linda Meleo)


12508993_1019008314811851_1448149528590335238_n-2


(VIDEO): IL REDDITO È UN DIRITTO, di Alessandro Di Battista

(VIDEO): IL REDDITO È UN DIRITTO, di Alessandro Di Battista

A proposito di internet, di informazione, di cittadini che si fanno Stato. Nell’ottobre del 2015 venni invitato a Quito, in Ecuador. C’era Assange in collegamento e pronunciai questo discorso. Che ne pensate?

P.S. Il 4 febbraio sarò a Terni, il 10 a Potenza. Banco-crazia e reddito di cittadinanza. Nel 2017 voglio dedicarmi soprattutto a questo. Il reddito è un diritto!



(dalla pagina Facebook di Alessandro Di Battista)


12508993_1019008314811851_1448149528590335238_n-2