Negata Adozione a Coppia Sikh perché della Cultura Sbagliata

Negata Adozione a Coppia Sikh perché della Cultura Sbagliata

 Vari gruppi internazionali per la tutela dei diritti umani sostengono le ragioni della coppia

  Un uomo e una donna di cultura Sikh hanno intrapreso azioni legali dopo aver denunciato che era stato negato loro il permesso di adottare un bambino bianco a causa del loro “patrimonio culturale”.

  Sandeep e Reena Mander, professionisti d’impresa del Berkshire nati nel Regno Unito, sostengono che gli sia stato detto di non presentare domanda per diventare genitori adottivi sulla base del fatto che richiedenti britannici o europei avrebbero comunque la preferenza. La coppia è di cultura indiana Sikh ma non ha forti legami con l’India.

  La coppia ha risposto all’agenzia di adozioni che sarebbe felice di adottare un bambino a prescindere dal background, ma sono stati respinti come potenziali genitori sulla base del fatto che in quel momento erano disponibili solo bambini bianchi. I Mander, entrambi trentenni, sostengono che gli sia stato consigliato di adottare un bambino dall’india.

  Alle agenzie è consentito dare priorità a genitori dalle stesso gruppo etnico, ma le linee guida del governo affermano che l’etnia di un bambino non dovrebbe essere un’ostacolo nel processo di adozione. Vari ministri danno la colpa del decremento dei numeri delle adozioni, specialmente per bambini di colore, all’oltraggiosa e fuorviante credenza secondo la quale i bambini dovrebbero essere destinati esclusivamente a famiglie della stessa razza. L’anno scorso quasi 5mila bambini in affidamento erano stati adottati, una caduta del 12% rispetto al 2015.

  Il signor e la signora Mander hanno ricevuto un accertamento e una visita domestica da parte di Adopt Berkshire, un’agenzia gestita dal Royal Borough – quartiere reale – di Windsor e Maidenhead (RBWM). Secondo quanto raccontano, gli sarebbe stato detto che, nonostante in altri aspetti sarebbero sicuramente risultati adatti, in quel momento non gli era consentito presentare domanda d’adozione perché erano disponibili solo bambini bianchi, quindi le coppie di genitori bianchi avrebbero avuto maggiore priorità.

  I Mander, la cui causa è stata presa in carico da Theresa May, in quanto rappresentate parlamentare locale, porteranno il loro caso in tribunale contro la chiara discriminazione nella fornitura di servizi pubblici. Tra gli altri, è dalla loro parte l’Alto Commissariato per l’Uguaglianza e i Diritti Umani (EHRC).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: