Elemosina Con Carta Di Credito Nel Regno Unito

Elemosina Con Carta Di Credito Nel Regno Unito

Visto che nel Regno Unito il contante è ormai in disuso, la chiesa anglicana testa nuovi modelli

  Non avete monetine per il cestino delle offerte? Questa scusa non vale più nel Regno Unito. La chiesa anglicana inizierà nelle prossime settimane in circa 40 chiese selezionate un modello di prova, che permetterà ai fedeli di pagare l’obolo con carta di credito. “Abbiamo capito che le nuove generazioni – tra le quali c’è tantissima gente che non porta più con sé monetine – hanno voglia di partecipare alle offerte tramite metodi alternativi. Ci piacerebbe provare a soddisfare queste esigenze”, ha dichiarato John Presto, leader della gestione della chiesa di Inghilterra, al Financial Times. “Vedremo cosa succederà”. Per matrimoni e battesimi, ai quali partecipano anche tante persone che normalmente non frequentano le messe infrasettimanali e domenicali, il nuovo sistema potrebbe garantire alle chiese nuovi ingressi e nuove speranze. Lo stesso vale per le funzioni chiave dell’anno come natale e pasqua.

  Offerte di piccole entità possono realizzarsi tramite il nuovo sistema di pagamento a contatto, che permette il trasferimento di denaro semplicemente avvicinando carte di credito o debito al pos, quindi senza l’introduzione di un PIN o la necessità di firmare la ricevuta. Tale sistema è già utilizzassimo nel Regno Unito. Infatti, analizzando marzo 2017, si parla di ben 107 milioni di carte contactless in circolazione. Secondo l’associazione britannica delle carte di credito, solo in quel mese ci sarebbero state transazioni per oltre quattro miliardi di sterline, tutte realizzate tramite il nuovo metodo di pagamento. Si tratta di una crescita del 166% rispetto all’anno precedente, che altro se non un chiaro segno del fatto che la carta di credito è sempre più il mezzo di pagamento preferito dalla gente. L’introduzione del PIN rimarrà comunque necessaria per pagamenti superiori a una certa somma, per motivi di sicurezza. Visto che ormai conducenti di autobus ed edicole, grandi supermercati come piccoli negozi accettano pagamenti tramite carta di credito, decresce continuamente il bisogno di denaro contante. Secondo una recente ricerca della banca Barclays, il 42% dei britannici porta con sé quantità decisamente inferiori di monete e banconote rispetto a solo 3 anni fa. La stessa Barclays ha riscontrato che l’introduzione della possibilità di pagare offerte e donazioni con carta di credito si traduce in un aumento delle entrate, per le associazioni caritatevoli, di circa 80 milioni di sterline l’anno. La chiesa anglicana inizierà una campagna informativa in comunità di diverso tipo, grandi città da un lato e territori dell’entroterra dall’altro. In discussione sono già problemi causati dalle strutture degli edifici ecclesiali. Infatti, le costruzioni delle chiese più antiche con i loro muri di pietra massiccia non consentono nella maggior parte dei casi il passaggio delle onde radio per i terminali. Nei piccoli centri poi, il segnale è normalmente arriva a macchia di leopardo.

  In programma ci sono due diverse opzioni. La prima prevede che il terminale venga fatto passare tra i fedeli contestualmente al tradizionale cestino delle offerte; la seconda invece prevede l’istallazione di terminali di pagamento nei pressi delle uscite degli edifici religiosi. Al fine di garantire praticità e rapidità nella raccolta delle offerte, sarà possibile scegliere dai dispositivi tra tre diverse somme predeterminate, in aggiunta all’opzione di donare un altro importo. Già oggi molte comunità offrono ai propri membri la possibilità di donare tramite applicazioni smartphone. Questo sistema è molto diffuso anche in Svezia e permette il pagamento tramite società come Easyfundraising o altre di commercio online che invitano i propri clienti ad aggiungere alla somma finale una piccola percentuale da destinare ad organizzazioni benefiche. Il problema: affinché questo sistema funzioni le applicazioni devono essere previamente scaricate e istallate negli smartphone. È invece molto più probabile che il visitatore occasionale porti già con sé una carta di credito contactless.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: